Alcune brevi note prima di introdurre le descrizioni dei singoli componenti di gradini, parapetti e strutture in vetro.

Cenni generali:

I componenti in vetro per la realizzazione di scale sono formati da lastre stratificate e temperate di vario spessore e accoppiate. Un vetro singolo temperato, anche se di elevato spessore, non è ammesso in nessun caso.

Tipologia e spessore del vetro da utilizzare dipendono dall’uso al quale i componenti sono destinati. Da qui, si possono dunque variare il numero di strati, i loro spessori e l’intercalare.

Quest’ultimo è il film plastico di blindatura che, accoppiato a due lastre in vetro e sottoposto a procedimenti termici, le unisce indissolubilmente aumentandone le caratteristiche di resistenza alla rottura. La resistenza delle lastre in vetro così ottenute aumenta con il pregio dell’intercalare usato, con il suo spessore e il numero degli strati.

Generalmente sono impiegati vetri a due o tre strati. Le singole lastre sono accoppiate per spessori minimi da 8 a 12 mm ognuna inframezzate da un intercalare con spessore variabile da 0.5 a 1.5 mm. Ad esempio, una classica installazione è il vetro da 10+10 mm con intercalare da 1.52 mm che porta allo spessore totale di 21.5 mm.

Il procedimento tecnico della tempera, invece, fa in modo che il vetro, una volta finito, non possa più essere lavorato ma solo installato in opera.

Passiamo alle tipologie di vetro:

In breve, i vetri impiegati nella costruzione delle scale sono di tipo float o di tipo extrachiaro. Le differenze sostanziali fra i due sono il colore e la trasparenza.

I vetri stratificati, anche nella stratificazione totalmente trasparente dell’extrachiaro, se visti di fronte presentano i bordi con riflessi colorati azzurro-verde in dipendenza degli spessori e degli intercalari usati.

Passando invece alle tipologie di intercalare:

Queste sono importantissime per classificare la resistenza del vetro e per la sua conseguente omologazione ai carichi.

Alcune delle tipologie, dalle più economiche a quelle più performanti e costose, di intercalare sono:

  • EVA
  • PVB
  • DG41
  • SG

La resistenza di un pannello accoppiato con EVA, a parità di componenti in vetro e di spessore, è circa la metà dello stesso pannello accoppiato invece con SG.

La scelta su quale plastico sia più adatto per l’installazione in progetto viene presa dal tecnico progettista considerando delle richieste certificazioni e omologazioni.

Se volete vedere alcune delle nostre realizzazioni in vetro seguite il nostro profilo Instagram: https://www.instagram.com/roversi_custom_made/