Scale a sbalzo e scale autoportanti, cosa c’è da sapere.

scala autoportante

Cosa sono le scale a sbalzo?

La scala a sbalzo autoportante.

È un termine ambiguo, vuol dire tutto e niente, ma cerchiamo di entrare nel dettaglio.

Se state pensando di realizzare una scala a sbalzo vi consiglio di leggere questo articolo.

Cosa c’è da sapere sulle scale a sbalzo?  Tutto!

È la scala più amata tra le varie tipologie possibili, è la più accattivante, quella che più si armonizza in una casa.. perché l’aspetto è di una scala essenziale, una scala moderna.

Come già ho scritto in altri articoli parlando delle scale a sbalzo, non tutte le situazioni permettono la loro installazione, ma oggi aggiungo un dettaglio, non tutte se non hai previsto per tempo cosa è necessario fare. Quali sono gli aspetti fondamentali da conoscere e su quali intervenire in fase di progetto.

Seguitemi ancora un po’, anche se ripeterò cose già scritte è meglio riascoltarle.

I metodi di fissaggio delle scale

La scala a sbalzo è realizzata in due sistemi:

Il primo prevede di utilizzare la ringhiera in vetro o in metallo con funzione di struttura portante della scala.

Questa tipologia di scale sbalzo è certificabile ai carichi solo in poche situazioni, vi invito a prestare molta attenzione.

Purtroppo, molti produttori o rivenditori di scale propongono tipologie di scale più economiche senza curarsi di quello che può succedere con il suo utilizzo.

Le scale hanno poche normative e del tutto fumose, aperte a molte interpretazioni e sotterfugi. Diffidate di chi vende le scale ad ogni costo.

Per una scala a sbalzo non autoportante ( quindi senza strutture in acciaio interne alle pareti) solo un parapetto che scarica il peso tra pavimento e soffitto può rendere certificabile questo tipo di scale a sbalzo, e se il parapetto è in vetro è necessario che sia un vetro stratificato almeno 10+10 con plastico strutturale certificato come SentryGlasPlus.   Vuoi approfondire? Leggi qui

Tutto il resto sono modi per vendervi la scala.

Scala con gradini a sbalzo bianchi su sfondo nero e parete di sostegno in vetro . la scala è in ambiente elegante e moderno

La scala autoportante

Il secondo sistema è quello più complesso da realizzare. L’intervento inizia già in una fase precoce del cantiere, prima ancora di realizzare le tramezze di solito. In questo caso il gradino è autoportante, cioè ha una struttura interna in metallo che viene fissata alla parete portante. Quest’anima in acciaio è provvista di 5 perni regolabili che permettono di posizionare il gradino con precisione millimetrica.

Ora seguite bene questo aspetto: Quando il gradino è realizzato con l’anima in metallo viene fissato alla parete portante utilizzando una seconda struttura a fascione in acciaio ad alto spessore, da fissare alla parete portante per creare un corpo unico e molto stabile, in questo modo una volta che andremo a fissare l’anima in metallo del gradino, il carico verrà distribuito sull’intera parete.

scale moderne bianca con parete verde scuro

La scala autoportante con una tramezza

E se avete una tramezza classica da 10-15 cm? In questo caso vi consiglio di realizzare una parete in cartongesso!! Sulla tramezza in laterizio non è assolutamente possibile applicare una scala a sbalzo autoportante! La parete in cartongesso invece, essendo vuota all’interno, ci permette di costruire una struttura portante in metallo molto stabile e realizzare così la scala a sbalzo.

Tutte le tipologie di scale a sbalzo autoportanti, hanno la necessità di rivestire la parete su cui sono fissati i gradini, questo per nascondere tutte le strutture in metallo e perni di regolazione.

Il rivestimento può essere eseguito con una semplice lastra in cartongesso oppure con una sofisticata boiserie.

Riepilogo per la scala a sbalzo

Ricapitoliamo gli aspetti fondamentali:

 Scala a sbalzo con ringhiera portante in vetro o metallo (Che scarichi tra  terra e solaio):

Muro  perimetrale:

Muro portante – muro in Cemento armato – Muro in cartongesso con struttura semplice in acciaio interna-

Scala sbalzo autoportante:

Muro  perimetrale portante: 

Muro in Cemento armato – Muro in laterizio con doppia struttura in acciaio – Parete in cartongesso con strutture interne in acciaio verticali.

La ringhiera in questa soluzione è indipendente, non serve a sostenere la scala.

È necessario un rivestimento della parete portante con Cartongesso o Boiserie.

Buona scala!

Guarda le nostre realizzazioni a disegno

2 commenti

  1. Gennaro in 17 Luglio 2023 il 10:11

    Buongiorno. Stiamo ristrutturando casa e vorremmo collegare il piano terra con il primo piano attraverso una scala a sbalzo. Premetto che le mura dell’immobile sono in pietra di tufo e, leggendo questo articolo mi pare di capire che non è possibile fissare i singoli pioli della scala alla parete ma andrebbe realizzata una struttura da murare o, in alternativa, fare del parapetto in vetro (o metallo) la struttura portante. Giusto?
    In linea di massima ci piacerebbe realizzare una scala che non preveda elementi di collegamento tra un piolo e l’altro.
    Grazie e buon lavoro

    • Giuseppe Roversi in 17 Luglio 2023 il 13:27

      Buongiorno, premesso che è sempre necessario valutare una pianta con lo sviluppo della scala e la posizione della muratura, le confermo che una muratura in tufo non è adatta per il fissaggio della struttura per gradini a sbalzo, è quindi necessario creare irrigidimenti collegati a pavimento e solaio.
      Anche la possibilità di utilizzo di strutture in vetro portante certificato va valutato con le planimetrie del locale.

      Restiamo a disposizione per ulteriori approfondimenti.

      cordiali saluti
      Roversi

Lascia un commento